Seleziona una pagina

BENVENUTI SU INDACOPRANOTERAPIA.IT

“Ogni istante è eternità, perché l’eternità può sperimentarsi in quel minuto. Ogni giorno e minuto e ora, è una finestra attraverso la quale potete scorgere l’eternità. La vita è breve, nondimeno è senza fine. L’anima non perirà, ma a causa della breve stagione di questa vita voi dovreste mietere quanto più potete dell’immortalità.”

Paramhansa Yogananda

La figura del pranoterapeuta

esiste da tempi immemori

Lo testimonia un personaggio storico, Plinio il Giovane, scrittore e senatore romano, all’incirca nel 61 d.c..
Egli in una sua corrispondenza riferisce che vi sono uomini i cui corpi possiedono proprietà medicinali.
In particolare in Cipro e in Spagna. Risalendo invece alle testimonianze storiche la più antica a disposizione è stata rinvenuta in forma scritta, e risale all’antico Egitto, nella tomba di un guaritore egiziano a Saqqara, AnKmahor, secondo per importanza dopo il faraone.
È stato rinvenuto un papiro databile 232 a.c. raffigurante una scena che rappresenta quattro personaggi, dei quali due stanno ricevendo cure da parte dei guaritori.
Dalla decifrazione dei geroglifici sovrastanti le figure, uno dei pazienti dice ” fa in modo che il mio dolore se ne vada ”, il guaritore risponde ” farò ciò che tu vorrai ”.

Queste tecniche perdute riaffiorarono con la figura di Fanz Anton Mesmer (1734-1785).
Questo medico tedesco osservò che vi erano persone dotate di magnetismo, in grado di trasmettere questo potenziale attraverso l’imposizione delle mani in modo tale da ottenere determinati risultati. Fu il precursore dell’ipnosi e della moderna pranoterapia.

Dal mio punto di vista solo in apparenza gli essere umani sono monadi non relazionate tra loro, mentre invece siamo strutture molto complesse e mutuamente interagenti a livello energetico. Spesso la malattia insorge dopo molto tempo la messa in atto di pensieri, convinzioni, nozioni e comportamenti errati, portando il soggetto in uno stato vibrazionale disarmonico.

Attraverso il Prana (o energia universale) che io percepisco come se fosse il liquido amniotico in cui il cosmo intero fluttua, è possibile trasferire al ricevente le informazioni necessarie affinché il sistema energetico del ricevente torni in fase, facendo sì che in modo indiretto ci si orienti verso pensieri e atteggiamenti positivi, di conseguenza la persona si riorienterà automaticamente abbandonando gli schemi disfunzionali.

IO PENSO CHE

LA TERAPIA ENERGETICA

non possa in nessun modo sostituirsi alle cure mediche che devono essere rigorosamente rispettate, ma a mio modesto parere pranoterapia e medicina possono collaborare per raggiungere il medesimo obiettivo.

RICHIEDI INFORMAZIONI senza alcun impegno:

MODUS OPERANDI

La tecnica di cui mi avvalgo si basa sulla Biopranoterapia e sull’induzione ipnotica.
La Biopranoterapia è una tecnica che agisce mediante le energie bioradianti o biologiche dell’operatore verso il ricevente, al fine di ripristinare un corretto equilibrio cerebro-organico. Parte della composizione energetica del nostro essere è costituita dai corpi sottili, dai Chakra, dall’Inconscio e dai Meridiani. Tali sono le componenti sulle quali …